SDL esorta i marchi a riconsiderare le loro strategie globali mentre il futuro dei contenuti diventa autonomo

- Il nuovo report offre una panoramica su come creare, tradurre e distribuire i contenuti nelle varie fasi della supply chain di domani
- Secondo il report di SDL, l'intelligenza artificiale linguistica costituirà la base per la futura supply chain dei contenuti

SDL (LSE: SDL), azienda leader a livello globale nella creazione, traduzione e distribuzione dei contenuti, invita oggi i marchi a ripensare le attuali strategie dei contenuti e a prepararsi a un futuro digitale in cui le supply chain dei contenuti saranno autonome, incentrate sulla macchina e ottimizzate dall'intervento umano, per un maggiore impatto con il pubblico globale in qualsiasi lingua e su qualsiasi dispositivo. 

I volumi e la velocità di distribuzione dei contenuti necessari per coinvolgere un pubblico globale sono in continua crescita e le aziende stanno avendo difficoltà a gestirli. E questa tendenza non accenna a diminuire: il 93% delle aziende afferma che i contenuti da esse prodotti aumenteranno nei prossimi due anni*. Il report di SDL Supporto agli stati futuri dei contenuti analizza queste sfide e offre suggerimenti su come le aziende possono andare verso la supply chain dei contenuti autonoma del futuro, capace di fornire qualsiasi tipo di contenuto a un pubblico globale. 

"L'interazione con i clienti su scala globale impone il ricorso a una quantità di contenuti molto elevata. Occorre che tutti questi contenuti siano personalizzati in base ai diversi canali, ai diversi dispositivi e, naturalmente, alle diverse lingue", spiega Peggy Chen, CMO di SDL. "Se i marchi vogliono restare al passo, dovranno sviluppare l'autonomia all'interno della propria supply chain, eliminare i processi manuali ripetitivi e far sì che gli esseri umani e le macchine lavorino in sinergia per fornire esperienze maggiormente personalizzate su larga scala". 

Offrendo strategie e approfondimenti tecnici relativi alle fasi di creazione, traduzione e distribuzione della supply chain dei contenuti, il report suggerisce che in futuro quest'ultima si baserà sull'intelligenza artificiale (IA) linguistica, una tecnologia che aiuta a comprendere, trasformare e creare contenuti in qualsiasi lingua. Il report è stato sviluppato sulla base dell'esperienza maturata da SDL durante la collaborazione con 90 dei 100 marchi più importanti al mondo, e gli oltre 25 anni di leadership e innovazione nelle soluzioni linguistiche e di gestione dei contenuti.

CREAZIONE: connessione di archivi di contenuti e IA linguistica

Molte organizzazioni continuano a relazionarsi ai contenuti da un punto di vista quantitativo, dedicando un'eccessiva quantità di tempo alla loro creazione. A causa della difficoltà nella preparazione, visualizzazione e distribuzione dei messaggi attraverso i canali appropriati, accade raramente che tali contenuti siano personalizzati. Benché le aziende si sforzino di fornire messaggi pertinenti e personalizzati, nella maggior parte dei casi possono solo sperare che il contenuto più adatto riesca ad attirare la persona giusta, sul canale giusto e al momento giusto. 

La supply chain dei contenuti del futuro renderà i contenuti più utilizzabili indipendentemente dalla posizione in cui sono stati creati o memorizzati. Allo stesso modo, più intelligenze artificiali, incentrate su questioni aziendali specifiche, risolveranno i problemi complessi correlati ai contenuti, collegando una risposta a una domanda del cliente in contesti definiti. L'intelligenza artificiale linguistica renderà i contenuti immediatamente disponibili, in modo da aumentare il tempo a disposizione per estrarre e produrre valore da essi, piuttosto che quello necessario per cercarli e gestirli.

TRADUZIONE: le macchine devono gestire il processo di traduzione

Attualmente, è l'essere umano a decidere cosa deve essere tradotto, chi eseguirà la traduzione e in quali modalità. Questo, insieme a numerose altre decisioni, rallenta notevolmente il processo di traduzione. La supply chain del futuro adotterà un approccio di traduzione secondo cui è la macchina a intervenire in una prima fase, risolvendo molti di questi rallentamenti attraverso l'intelligenza artificiale linguistica. Questa analizzerà l'impatto dei contenuti e determinerà l'eventuale necessità dell'intervento umano, avviando i passaggi tra i sistemi di gestione dei contenuti e delle traduzioni. 

Le intelligenze artificiali linguistiche eseguiranno la pre-traduzione dei contenuti utilizzando la traduzione automatica neurale (NMT), recupereranno testi complementari utili, contatteranno i linguisti e invieranno loro un kit di traduzione. I linguisti che modificano la pre-traduzione miglioreranno anche le traduzioni automatiche future, poiché l'intelligenza artificiale è in grado di apprendere da tali modifiche.

DISTRIBUZIONE: i contenuti non verranno più creati, ma sintetizzati

I contenuti sono alla base dell'esperienza digitale, indipendentemente dal fatto che siano creati dai dipendenti o dai clienti di un'organizzazione. I contenuti sono anche dati, che animano l'intelligenza artificiale. In molti casi, tuttavia, le organizzazioni detengono una quantità enorme di dati interni che restano in larghissima parte inutilizzati. Anche se saremo in grado di produrre una quantità di contenuti più elevata che mai, esiste un limite alla quantità di contenuti che ogni persona può effettivamente utilizzare. L'essere umano è in grado di leggere, guardare e ascoltare solo una determinata quantità di dati. Ciò che conta è la pertinenza. 

La supply chain dei contenuti autonoma del futuro sintetizzerà i contenuti su richiesta, piuttosto che limitarsi a fornirne di ulteriori. I contenuti sintetizzati saranno ottenuti combinando i dati dei contenuti interni e i dati del cliente. Le IA linguistiche permetteranno di capire facilmente le intenzioni della persona che cerca le informazioni, collegandole al contenuto appropriato per ottenere un impatto efficace più efficace che mai.

Note per i redattori:

  • Leggete il report di SDL "Enabling the Future States of Content" (Supporto agli stati futuri dei contenuti)
  • *Fonte: report "Today’s Content Supply Chains Prevent Continuous Customer Journeys" (Le attuali supply chain dei contenuti ostacolano la continuità dei percorsi del cliente)
Contatti

Leggete il report

Scoprite quali passi intraprendere per interagire con il pubblico su scala globale

Informazioni sull'intelligenza artificiale linguistica

Scoprite di più su Hai, l'assistente IA di SDL che vi aiuta a creare, tradurre e distribuire contenuti.

Informazioni su SDL

SDL (LSE: SDL) è il leader globale nei campi della creazione, della traduzione e della distribuzione dei contenuti. Da più di 27 anni aiutiamo le aziende a comunicare con fiducia e a realizzare risultati commerciali tangibili, consentendo loro di offrire esperienze efficaci che coinvolgono i clienti in un ampio spettro di punti di contatto in tutto il mondo.

Volete saperne di più? Scoprite perché 90 delle 100 aziende globali più importanti si affidano a noi su SDL.com. Seguiteci su Twitter, LinkedIn e Facebook

Copyright © 2019 SDL plc. Tutti i diritti riservati. Il nome e il logo SDL e i nomi di prodotti e servizi SDL sono marchi di SDL plc e/o delle sue consociate. Alcuni di questi marchi potrebbero essere registrati. Altri nomi di aziende, prodotti o servizi appartengono ai rispettivi proprietari.